La parola alla Presidente

 

 Care amiche,

siamo rientrate spero tutte con un grande desiderio di affrontare in modo positivo e determinato i mesi futuri.

L’incontro avuto con l’Osce (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) è stato molto interessante e istruttivo; è stato presentato uno studio sulle PMI italiane.

Ne è uscito un quadro che dimostra come sempre di più l’Italia sia un’economia a vocazione imprenditoriale, dove quasi un quarto della forza lavoro è in proprio e dove le piccole imprese sono create da giovani. Un Paese così in difficoltà avrebbe la soluzione a portata di mano: è solo attraverso l’impresa che si creano posti di lavoro sostenendo le nuove imprese con interventi mirati. Per fare questo c’è bisogno di scrivere un piano di sviluppo industriale adatto.

Non abbiamo materie prime, al contrario dei nostri illustri vicini come Francia e Germania, non abbiamo energia nucleare, quindi le nostre risorse sono umane e sono  le piccole e medie imprese, ovvero le aziende con meno di 250 dipendenti, che di fatto rappresentano la spina dorsale dell’economia italiana: tale categoria rappresenta infatti il 99,9% delle imprese della Penisola, l’80% dell’occupazione e il 67% del valore aggiunto, tra le quote maggiori dell’area Ocse.

Ma non si tratta solo di numeri ma anche di qualità, perché spesso le imprese italiane tra i 50 e i 240 dipendenti,  eccellono nelle loro nicchie di mercato e nel complesso la loro produttività è superiore a quella delle loro simili di Germania e Francia.

Ma le misure urgenti adottate dal Governo non sono ancora sufficienti; mentre negli altri Stati si è puntato molto di più sugli aiuti alle imprese per uscire da una crisi che ormai dura dal 2009, da noi non si è appieno capito che la soluzione della crisi passa attraverso l’impresa.

Abbiamo patito in questi anni perdite di fatturato consistenti, a causa del nostro handicap competitivo, che corrisponde ad almeno 30 punti di spread.

I confini vanno ripensati, non è l’Italia che confina con l'Austria o la Francia  è l’Europa che confina con il resto del mondo. Sarebbe anche importante capire quali aziende hanno interessanti potenzialità innovative ma non hanno possibilità di esprimerle e aiutare a farlo; in un Paese di partite Iva, si è fatta una politica senza la giusta determinazione e probabilmente senza le idee troppo chiare.

Sostenere le imprese significa crescita; mi auguro davvero che il Governo abbia recepito e acceleri una nuova politica mirata.

Ce lo aspettiamo tutti, prima che sia troppo tardi.

Un caro saluto 

Franca 

I prossimi appuntamenti





A Tapei dal 21 al 25 settembre si terrà il 62° Congresso Mondiale FCEM....



Alla Conferenza parteciperà in qualità di relatore la Presidente Nazionale Onoraria Etta Carignani....



Evento Lancome presso della Rinascente di Piazza Duomo....



A Palazzo Bellomo verrà premiato il merito delle professioniste "eccellenti"del territorio....



A Torino si terrà il Salone Nazionale dell'Imprenditoria Femminile e Giovanile GammaDonna....



all'Hotel de Paris Monaco si terrà la serata di Gala per festeggiare i 10 anni di fondazione....



Nelle giornate del 10 - 11 e 12 ottobre 2014 si terranno i festeggiamenti per i 50 anni di vita di AIDDA Lazio....



SOLAR INDABA - 23-24 ottobre 2014 - Sandton Convention Centre Johannesburg. ...

Progetti in corso



Carta per le Pari Opportunità

La Carta intende contribuire alla lotta contro tutte le forme di discriminazione sul luogo di lavoro: genere, età, disabilità, etnia, fede religiosa.

Donne d'Impresa per l'Italia

Il progetto consiste in una raccolta di curricula d'eccellenza di donne che hanno competenze e professionalità da mettere a disposizione per promuover

Protocollo di Intesa per la costituzione del CAFID

AIDDA Piemonte e Valle d'Aosta, APID e Federmanager Torino sono tra le Associazioni Fondatrici del CAFID.

Bando di Concorso AIDDA 2014 Politecnico di Torino

Si è chiuso il Bando di Concorso AIDDA 2014 per il premio di laurea riservato a laureate in ingegneria gestionale presso il Politecnico di Torino.

Settembre 2014
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031