News del sito

Imprenditrici e donne dirigenti da tutta Italia a Cagliari per festeggiare 35 anni di AIDDA Sardegna

 
 
Immagine COMUNICAZIONE AIDDA
Imprenditrici e donne dirigenti da tutta Italia a Cagliari per festeggiare 35 anni di AIDDA Sardegna
di COMUNICAZIONE AIDDA - venerdì, 6 maggio 2016, 13:17
 
Cagliari dal 20 al 22 maggio sarà la meta di imprenditrici e dirigenti di tutta Italia associate ad AIDDA, l’associazione che da 55 anni è un punto di riferimento per tutte le donne che ricoprono posti di responsabilità.
L’occasione è l’Assemblea Nazionale organizzata in Sardegna per festeggiare la ricorrenza dei 35 anni di fondazione della delegazione Sardegna.
AIDDA nasce a Torino nel 1961 e man mano si diffonde in tutta Italia con una presenza capillare in tutte le regioni. Nel 1981 un gruppo di imprenditrici decide di aprire la delegazione Sardegna e quindi diventare un polo di incontri e di conoscenza per le imprenditrici sarde. La presidente onoraria della delegazione è Maria Grazia Angioni Massimino, imprenditrice a capo dell’Azienda Italiana Depuratori.

“Siamo onorate e felici di ospitare l’Assemblea Nazionale di AIDDA” afferma Caterina Montaldo, attuale presidente e amministratore unico della Sar.Ma, agenzia marittima cagliaritana. “Le imprenditrici e dirigenti d’azienda sarde dimostrano un grande spirito associativo e uno spiccato senso della lealtà. AIDDA ha stimolato la nostra curiosità e la nostra capacità innata di stringere rapporti. Essere associate ad AIDDA, inoltre, vuole dire avere una porta spalancata sul mondo grazie all’appartenenza al network FCEM”.

La giornata clou dei tre giorni sarà sabato 21 maggio, durante la quale si svolgerà l’Assemblea Nazionale, seguita dalla visita guidata in Castello. Alla sera cena all’Hotel Villa Fanny,  per festeggiare il compleanno della delegazione.

“Durante l’Assemblea ci sarà anche un momento dedicato al Laboratorio NOE, Nuovo Orientamento Economico” spiega Franca Audisio, Presidente Nazionale. “Un’iniziativa AIDDA di carattere nazionale che si propone di dare vita a progetti di sostenibilità dello sviluppo che utilizzino una prospettiva femminile per stimolare processi trasformativi con attenzione, oltre al conseguimento del profitto, al benessere degli individui, alla messa in comune delle risorse, al rispetto della natura, alla responsabilità verso le generazioni future”.

Domenica 22 nella cornice dell’azienda Sgaravatti Land si terranno incontri B2B con le socie della Lombardia e di altre delegazioni.